X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Il risparmio sui tempi di lavorazione può rilevare per la responsabilità 231

Si ravvisa un interesse dell’ente anche quando la mancata adozione delle cautele antinfortunistiche è l’esito di una scelta per il risparmio sui costi

/ Maria Francesca ARTUSI

Giovedì, 18 aprile 2019

La sottovalutazione sistematica dei rischi per la sicurezza dei lavoratori va considerata quale chiaro sintomo di scelte imprenditoriali volte ad ottenere risparmi sui costi a dispetto degli obblighi gravanti sull’impresa a tutela della salute dei lavoratori.

Così la Cassazione – nella sentenza n. 16598 depositata ieri – conferma la responsabilità di una srl (in liquidazione) in ordine all’illecito conseguente alle lesioni personali colpose gravi nei confronti di un lavoratore ai sensi dell’art. 25-septies del DLgs. 231/2001.

Un operaio che lavorava in quota, in assenza di dispositivi di protezione, dopo essersi sganciato dalla linea vita era scivolato su una tavola di legno predisposta per il camminamento ed era precipitato da un’altezza di circa cinque metri. Oltre che ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU