ACCEDI
Giovedì, 25 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

I commercialisti chiedono la proroga di rottamazione-ter e saldo e stralcio

A causa delle difficoltà degli ultimi giorni, per il Consiglio nazionale e i sindacati la scadenza deve essere differita dal 30 aprile al 31 maggio

/ Savino GALLO

Sabato, 27 aprile 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

I termini per potersi avvalere della rottamazione-ter (di cui all’art. 3 del DL 119/2018, conv. L. 136/2018) e del saldo e stralcio (previsto dall’art. 1, commi da 184 a 189 della L. 145/2018), entrambi in scadenza il 30 aprile, devono essere prorogati di almeno un mese. La richiesta arriva sia dal Consiglio nazionale dei commercialisti, che ieri ha inviato una lettera a Giovanni Tria, Ministro dell’Economia, e Antonino Maggiore, Direttore dell’Agenzia delle Entrate, sia dalle associazioni sindacali ADC e ANC.

Nella sua missiva, il Presidente dei commercialisti, Massimo Miani, ha ricordato che “con l’approssimarsi delle scadenze, si sono moltiplicate le segnalazioni dei professionisti impossibilitati a operare a causa di alcuni blocchi informatici dei siti

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU