ACCEDI
Mercoledì, 21 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / IAS

Senza regole il ritorno agli OIC

Sembra plausibile un approccio caso per caso per verificare il manifestarsi di fenomeni realizzativi ovvero di meri fenomeni valutativi

/ Guerino RUSSETTI

Lunedì, 6 maggio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

La legge di bilancio 2019 ha riportato in evidenza la tematica relativa all’adozione dei principi contabili nazionali nella redazione dei bilanci da parte di imprese che utilizzavano altri regimi contabili; il problema, analizzato sotto il profilo fiscale, riguarda il passaggio (ovvero il ritorno) dai principi IAS/IFRS agli standard nazionali.

Così, l’art. 1, comma 1070 della citata legge di bilancio rende facoltativa (e non più obbligatoria) dal 2018 l’adozione degli IAS/IFRS per le imprese non quotate che svolgono attività bancaria e finanziaria. In altri termini, la norma concede ad imprese precedentemente obbligate ad adottare i principi IAS/IFRS la possibilità di modificare il proprio assetto contabile e tornare ad applicare i principi nazionali; in tal senso, Bankitalia

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU