ACCEDI
Martedì, 16 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Ruolo pubblico e competenze al centro del Manifesto dei commercialisti

Il documento, presentato ieri agli Stati Generali, è suddiviso in quattro aree tematiche e contiene le istanze portate avanti dalla categoria in questi mesi

/ Savino GALLO

Venerdì, 10 maggio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Competenze, ruolo, aggregazioni, semplificazioni. Sono questi i quattro macro-temi attorno ai quali ruota il Manifesto dei commercialisti, messo a punto dal Consiglio nazionale e presentato ieri, nel corso degli Stati Generali della professione.

Un’iniziativa spinta dal crescente malcontento interno alla categoria, causato dagli ultimi provvedimenti legislativi che hanno confermato, questa la sensazione ribadita anche ieri dal Presidente Massimo Miani, la disattenzione della politica nei confronti delle istanze dei commercialisti. Istanze che la professione porta avanti da mesi (anni, in alcuni casi) e che, questa volta, confluiscono in un unico documento consegnato agli esponenti politici intervenuti.

A questi ultimi, il Consiglio nazionale non chiede di ottenere prerogative che non siano ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU