X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 11 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

La vendita al coniuge consente il bonus prima casa per l’ulteriore acquisto

/ Anita MAURO

Lunedì, 1 luglio 2019

L’applicazione dell’agevolazione prima casa presenta non pochi profili di criticità, in particolare quando coinvolge i coniugi.
Si pensi, ad esempio, al caso di due soggetti coniugati (in regime di separazione dei beni) titolari in comproprietà, al 50% ciascuno, di un immobile (Alfa) acquistato a suo tempo con l’agevolazione prima casa, sito nel Comune X ed affittato a terzi.

Uno dei due coniugi (Tizio) intende acquistare un nuovo immobile (Beta) nel Comune Y, e si domanda se possa usufruire dell’agevolazione prima casa su tale acquisto, ove venda alla coniuge Tizia il 50% dell’immobile Alfa già acquistato con il beneficio e trasferisca la residenza nel Comune Y entro 18 mesi dal nuovo acquisto (di Beta).

Si dà per assunto, da un lato, che la vendita, da Tizio a Tizia, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU