X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 28 marzo 2020 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Il commercialista può eseguire prestazioni a titolo gratuito

Se il professionista offre consulenze gratuite tramite pubblicità, la sua condotta deve essere valutata dal Consiglio di disciplina

/ Edoardo MORINO

Giovedì, 30 maggio 2019

Posto che non può escludersi, in linea di principio, la liceità della prestazione eseguita dal professionista a titolo gratuito, la condotta dell’iscritto all’Albo che, tramite pubblicità informativa, offra servizi di consulenza gratuita deve essere valutata dal Consiglio di disciplina costituito presso il Consiglio dell’Ordine nel cui albo il professionista è iscritto, prendendo in esame tutti gli aspetti caratterizzanti la fattispecie concreta.

Sono queste le conclusioni formulate dal CNDCEC con il Pronto Ordini 7 maggio 2019 n. 55, in cui si ricorda, innanzi tutto, che il Codice deontologico della professione (approvato dal CNDCEC il 17 dicembre 2015 e successivamente aggiornato nella seduta del 16 gennaio 2019), in conformità a quanto stabilito dall’art. 3 comma 5 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU