X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

LAVORO & PREVIDENZA

L’accordo di rinuncia ai crediti di lavoro non blocca il Fondo di garanzia per il TFR

L’INPS, nell’esame delle modalità di intervento in caso di trasferimento d’azienda, specifica che l’accordo non può produrre effetti per l’Istituto

/ Daniele SILVESTRO

Mercoledì, 19 giugno 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il recente messaggio n. 2272/2019, l’INPS ha riepilogato le modalità di intervento del Fondo di garanzia del TFR ex art. 2 della L. 297/82 in caso di trasferimento d’azienda, in virtù delle più recenti pronunce della Corte di Cassazione e del nuovo quadro normativo che si delineerà con l’entrata in vigore del nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza.

L’Istituto previdenziale, sottolineando la disciplina applicabile in tali casi, vale a dire la direttiva (CE) 12 marzo 2001 n. 23 e l’art. 2112 c.c., con quest’ultimo che prevede il diritto del lavoratore alla continuità del rapporto di lavoro e all’obbligazione solidale tra cedente e cessionario per i crediti da lui vantati al momento del trasferimento, individua tre diverse situazioni di trasferimento

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU