ACCEDI
Mercoledì, 21 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Il Tribunale controlla anche la revoca della delibera di nomina dei sindaci

L’effetto sostanziale è lo stesso della revoca dei sindaci, con applicazione dell’art. 2400 comma 2 c.c.

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 13 settembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 2400 comma 2 c.c. – ai sensi del quale “i sindaci possono essere revocati solo per giusta causa. La deliberazione di revoca deve essere approvata con decreto dal tribunale, sentito l’interessato” – si applica anche nel caso di revoca non dei sindaci, ma della relativa delibera di nomina. A stabilirlo è il Tribunale di Milano con provvedimento del 24 maggio scorso.

La ricordata disciplina è posta a tutela dell’indipendenza dei sindaci. Si ritiene, inoltre, necessario che la delibera di revoca specifichi le circostanze e i fatti che integrino una o più delle “giuste cause” legittimanti la revoca, non potendosi rimettere alla successiva iniziativa processuale degli amministratori il dettaglio dei motivi posti alla base della decisione (cfr. Trib.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU