X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 12 luglio 2020

IL CASO DEL GIORNO

Detrazione per lavori sulle parti comuni anche per negozi e uffici

/ Arianna ZENI

Giovedì, 3 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Possono fruire della detrazione IRPEF di cui all’art. 16-bis del TUIR per gli interventi volti al recupero edilizio i soggetti IRPEF residenti e non residenti in Italia che possiedono o detengono l’immobile residenziale.
Ai sensi dell’art. 16-bis comma 1 lett. a) del TUIR sono agevolabili anche i lavori effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali di cui all’art. 1117 c.c.

Nell’ambito della detrazione IRPEF per interventi di recupero edilizio, la C.M. 11 maggio 1998 n. 121 (§ 2.6) ha chiarito che la locuzione “parti comuni di edificio residenziale di cui all’articolo 1117” del codice civile va considerata in senso oggettivo e non soggettivo. In altre parole, deve trattarsi di parti comuni a più unità immobiliari e non di parti comuni a

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU