X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Discusso l’importo che spetta all’associato se l’associante è inadempiente

/ Edoardo MORINO

Giovedì, 17 ottobre 2019

Riguardo alla risoluzione del contratto di associazione in partecipazione per inadempimento dell’associante si pone una delicata questione, ossia gli effetti restitutori per l’associato.
Su tale problema è intervenuta di recente la Corte di Cassazione con ordinanza interlocutoria del 23 settembre 2019 n. 23608.

L’associazione in partecipazione è un contratto tipico con cui l’associante attribuisce all’associato una partecipazione agli utili della propria impresa o di uno o più affari, verso il corrispettivo di un determinato apporto. Tale è la definizione data dal legislatore all’art. 2549 c.c.

Posto che la disciplina sull’associazione in partecipazione nulla prevede in merito alla restituzione dell’apporto dell’associato, in relazione all’ipotesi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU