X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 29 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per il termine di rimborso delle accise rileva la chiusura del rapporto tributario

Il termine biennale decorre dalla presentazione dell’ultima dichiarazione annuale da cui risulta il credito d’imposta

/ Lorenzo UGOLINI

Venerdì, 25 ottobre 2019

Il versamento in eccesso dell’accisa diventa indebito, con conseguente maturazione del diritto al rimborso, nel momento in cui, terminata la somministrazione, rimane a conguaglio una maggiore somma versata, che il soggetto non è più obbligato a utilizzare in compensazione. Il termine biennale di decadenza per chiedere la restituzione delle maggiori imposte pagate, pertanto, decorre dalla presentazione dell’ultima dichiarazione annuale di consumo.

Tale principio è stato espresso dalla Cassazione, che, con la sentenza n. 27290 depositata ieri, si è pronunciata su una fattispecie in cui una società aveva esposto nella dichiarazione di consumo di energia elettrica somme relative ad accise versate in misura superiore al dovuto, con successiva detrazione dai versamenti in acconto relativi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU