X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 25 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Esenti da IMU gli immobili merce con lavori finiti prima del 1° gennaio 2014

Secondo la C.T. Prov. di Torino, il Comune non può subordinare l’agevolazione alla data in cui gli immobili sono stati completati

/ Stefano SPINA

Venerdì, 13 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per effetto dell’art. 2 commi 1 e 2 lett. a) del DL n. 102/2013 i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita sono, a partire dal 1° gennaio 2014 ma ciò vale fin dalla seconda rata per l’anno 2013, esenti dall’IMU fintanto che permanga tale destinazione e che non siano in ogni caso locati.

Con la ris. 11 dicembre 2013 n. 11/DF, il Ministero dell’Economia e delle finanze ha precisato che l’agevolazione spetta non soltanto ai fabbricati costruiti dall’impresa edile rimasti invenduti, ma anche a quei fabbricati che sono stati dalla stessa acquistati e sui quali sono stati eseguiti incisivi interventi di recupero, riconducibili alle lettere c), d) e f) dell’art. 3 comma 1 del DPR 380/2001.

Su Eutekne.info si è affrontato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU