X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 23 febbraio 2020

FISCO

Trasformazione di eccedenze ACE in credito IRAP al 27,5% per le banche

Per gli intermediari finanziari soggetti all’addizionale del 3,5% il credito va determinato computando sia l’aliquota IRES ordinaria sia l’addizionale

/ Stefano ROTA

Sabato, 15 febbraio 2020

Le istruzioni ai modelli di dichiarazione REDDITI 2020 SC e IRAP 2020, nonché lo stesso modello REDDITI 2020 SC, approvati il 31 gennaio dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, chiariscono che per gli intermediari finanziari, a cui si applica l’addizionale IRES del 3,5% (ex art. 1, comma 65 della L. n. 208/2015), il credito d’imposta IRAP derivante dalla trasformazione delle eccedenze ACE (ex art. 1, comma 4 del DL n. 201/2011, come modificato dall’art. 19, comma 1, lett. b) del DL n. 91/2014) va determinato computando tanto l’aliquota IRES ordinaria (24%) quanto la predetta addizionale (3,5%).

In particolare, in primo luogo, il modello di dichiarazione REDDITI 2020 SC e le relative istruzioni prevedono, a differenza dell’anno scorso, una specifica colonna ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU