X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Siglato l’accordo per la CIG in deroga nella Regione Piemonte

Con l’accordo quadro, sottoscritto il 26 marzo, le parti dettano le regole di accesso anche per particolari tipologie contrattuali

/ Daniele SILVESTRO

Sabato, 28 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DL 18/2020 ha introdotto diverse misure al fine di sostenere imprese, famiglie e lavoratori colpiti dalle misure restrittive imposte dal Governo per fronteggiare la crisi epidemiologica in corso. Tra queste assume particolare rilievo la Cassa integrazione salariale in deroga (ex art. 22 del DL 18/2020), il cui accesso è subordinato alla stipula di un accordo quadro tra la Regione, o la Provincia autonoma, e le rappresentanze sindacali maggiormente rappresentative (si veda “CIG in deroga con pagamento diretto dell’INPS” del 27 marzo 2020).

Per la Regione Piemonte, l’accordo è stato siglato in data 26 marzo 2020 e prevede che la CIG in deroga possa essere richiesta da tutti i datori di lavoro per cui non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU