X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 4 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Al via le domande di indennità anche per stagionali, intermittenti, occasionali

Basta una sola domanda per l’erogazione delle indennità per tutti e tre i mesi di marzo, aprile e maggio

/ Paola RIVETTI

Sabato, 30 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DM 30 aprile 2020 n. 10 ha riconosciuto, a valere sul Fondo per il reddito di ultima istanza, un’indennità di 600 euro per il mese di marzo ai lavoratori stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, ai lavoratori intermittenti, ai lavoratori autonomi occasionali e agli incaricati alle vendite a domicilio. La medesima indennità è stata riconosciuta anche per i mesi di aprile e maggio 2020 dall’art. 84 del DL “Rilancio”.
La circolare n. 67, pubblicata ieri dall’INPS, definisce le diverse categorie dei beneficiari e le modalità di presentazione delle domande (analoghe a quelle già utilizzate dalle altre categorie di lavoratori).

Tra i beneficiari figurano i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU