X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 13 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Esclusi dalla sanatoria i rapporti di lavoro domestico in somministrazione

Tra i soggetti legittimati rientrano invece le comunità senza fini di lucro, come le case-famiglia; da ieri è attivo il servizio per presentare le istanze

/ Giada GIANOLA

Martedì, 2 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

A seguito della pubblicazione del decreto del 27 maggio 2020, con cui sono state indicate le modalità per presentare le istanze di emersione dei rapporti di lavoro irregolari ai sensi dell’art. 103 del DL 34/2020 (c.d. decreto “Rilancio”), l’INPS, con la circolare n. 68/2020, ha fornito le prime istruzioni operative per quanto riguarda le istanze di propria competenza, finalizzate alla dichiarazione di sussistenza dei rapporti di lavoro subordinato irregolari con cittadini italiani o cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea (si veda “Fornite le indicazioni operative per l’emersione dei rapporti di lavoro irregolari” del 30 maggio 2020). Inoltre, l’INPS ha reso noto che da ieri è attivo il servizio per la presentazione delle istanze.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU