X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Attesa l’autorizzazione Ue per la proroga dello split payment

La Commissione europea ha presentato la proposta di decisione al Consiglio dell’Ue

/ Mirco GAZZERA e Simonetta LA GRUTTA

Martedì, 30 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il 23 giugno 2020, la Commissione europea ha trasmesso al Consiglio dell’Ue la proposta di decisione che autorizza l’Italia a continuare ad applicare il meccanismo dello split payment sino al 30 giugno 2023. La precedente autorizzazione scade, infatti, il 30 giugno 2020 (si veda “Negato il reverse charge su appalti e subappalti con impiego di manodopera” del 26 giugno 2020). 

L’intenzione dell’Italia di chiedere una proroga della predetta autorizzazione era già stata annunciata dal Direttore della Direzione legislazione tributaria del Dipartimento delle Finanze, nel corso della presentazione del documento “Imprese e commercialisti per un Fisco più semplice” elaborato da Confindustria e CNDCEC (si veda “Pubblicati gli elenchi per lo split ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU