X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 20 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

L’accertamento IMU che invita a ricorrere in cartaceo viola l’affidamento

/ Caterina MONTELEONE

Mercoledì, 22 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 7 comma 2 della L. 212/2000 prevede che “gli atti dell’amministrazione finanziaria e dei concessionari della riscossione devono tassativamente indicare (...) c) le modalità, il termine, l’organo giurisdizionale o l’autorità amministrativa cui è possibile ricorrere in caso di atti impugnabili”. Questa disposizione completa quelle generali contenute nell’art. 42 del DPR 600/73 e nell’art. 3 della L. 241/90, finalizzate a garantire che al contribuente vengano comunicati non solo il contenuto e le ragioni della pretesa, ma pure le modalità che deve seguire per impugnare l’atto, qualora lo ritenga illegittimo.
Tali informazioni vengono riportate negli avvisi di accertamento e, in generale, negli atti impugnabili, tra le “Avvertenze”

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU