ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

IL CASO DEL GIORNO

Dibattuti i criteri di valutazione della prevalenza nel concordato misto

/ Marco PEZZETTA

Giovedì, 24 settembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

È raro che vengano proposti concordati esclusivamente in continuità. Spesso il recupero dell’equilibrio finanziario e reddituale passa anche attraverso la dismissione di asset non più strategici: si tratta di una “contaminazione” della continuità con operazioni di liquidazione atomistica, che a essa non sono strumentali se non per il fatto che agevolano la fattibilità del concordato nel suo complesso. Anche nei concordati liquidatori non è inconsueto trovare una prosecuzione almeno parziale dell’attività di impresa o la dismissione di universalità di beni e rapporti tali da identificare un ramo d’azienda.
Queste fattispecie sono descritte come “concordati misti”; la loro disciplina è stata oggetto di numerose letture e interpretazioni, con l’obiettivo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU