X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

L’organo di controllo degli ETS deve partecipare a tutti i CdA

Esso sostituisce gli amministratori in caso di inadempienze

/ Luciano DE ANGELIS

Giovedì, 17 dicembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’organo di controllo degli enti del Terzo settore è tenuto a partecipare informato a tutti i CdA, rendicontando all’assemblea delegata ad approvare il bilancio i risultati della vigilanza svolta e tutti i fatti censurabili eventualmente riscontrati. L’organo di controllo è tenuto anche a un’attività sostitutiva rispetto al CdA, riguardo al RUNTS nei casi di omissione degli amministratori.
Sono alcune delle posizioni evincibili nelle nuove “Norme di comportamento dell’organo di controllo degli enti del Terzo settore”, definitivamente approvate dal CNDCEC e pubblicate venerdì scorso (si veda “Controlli semplificati sul bilancio degli enti del Terzo settore” del 12 dicembre 2020).

Molte risultano le indicazioni specifiche, raccomandate dalle ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU