X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 26 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Aliquota «zero» per i vaccini ma IVA al 5% per gli altri beni anti-COVID

Per molti prodotti di contrasto al coronavirus passaggio di aliquota dal 1° gennaio 2021

/ Luca BILANCINI e Emanuele GRECO

Venerdì, 15 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la legge di bilancio 2021 (L. 178/2020) è stato introdotto il regime di esenzione IVA con diritto alla detrazione dell’imposta (c.d. operazioni ad aliquota “zero”), sino al 31 dicembre 2022, per:
- le cessioni della strumentazione per diagnostica COVID-19 e le prestazioni strettamente connesse;
- le cessioni di vaccini anti COVID-19, autorizzati dalla Commissione europea o dagli Stati membri, e le prestazioni di servizi strettamente connesse.

Nel frattempo, i beni destinati al contrasto e al contenimento dell’emergenza da COVID-19, tassativamente individuati dall’art. 124 del DL 34/2020, non possono più beneficiare di tale agevolazione, essendo soggetti, dal 1° gennaio 2021, all’aliquota IVA del 5% (n. 1-ter.1 della Tabella A, parte II-bis, del DPR 633/72).

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU