X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 9 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Rendita vitalizia per successione aperta nel 2020 con valori abnormi

L’Agenzia converte la rendita vitalizia in rendita a tempo determinato, nel tentativo di trovare una soluzione al problema

/ Anita MAURO

Giovedì, 21 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella risposta n. 51, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate affronta la questione del valore delle rendite, reso esorbitante dall’abbassarsi del tasso di interesse legale, senza poter risolvere effettivamente la questione.

In particolare, il caso esaminato riguardava l’apertura della successione, nel 2020, di un contribuente, titolare di una farmacia.
In base alle disposizioni testamentarie, il de cuius, da un lato, aveva nominato erede la propria moglie e, dall’altro, aveva destinato la farmacia, come legato, a un dipendente della farmacia stessa, prevedendo, però, a carico del legatario, l’onere di pagare alla moglie (erede) una rendita vitalizia per una somma annuale predeterminata.
In applicazione delle norme sull’imposta di successione, i beneficiari ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU