X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 1 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

«Vecchi» utili con più vantaggi per la distribuzione

Ma restano le questioni aperte per le compagini che presentano simultaneamente soci qualificati e non qualificati

/ Gianluca ODETTO

Martedì, 26 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Pur se mancano ancora quasi due anni al termine del periodo transitorio stabilito dall’art. 1 comma 1006 della L. 205/2017, è opportuno iniziare a valutare quale sia la migliore pianificazione da attuare per le società che hanno utili pregressi, formatisi sino al 2017, i quali continuano a beneficiare in capo alle persone fisiche titolari di partecipazioni qualificate di un regime più favorevole all’atto della distribuzione.

Per le società con soci qualificati che chiudono il 2020 con un utile, l’opzione di accantonare lo stesso a riserva e di distribuire le riserve pregresse risulta una scelta che determina un vantaggio sia dal punto di vista materiale (la tassazione effettiva è inferiore al 26%, in special modo se la società ha a disposizione utili che concorrono alla formazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU