X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 10 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Ancora dubbi sul test di prevalenza per le holding

/ Luca MIELE

Sabato, 6 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il test di prevalenza necessario al fine di stabilire se un soggetto è una holding industriale/commerciale presenta ancora qualche dubbio interpretativo.

L’art. 162-bis, comma 1, lett. c), n. 1) del TUIR individua i soggetti che esercitano in via esclusiva o prevalente l’attività di assunzione di partecipazioni in soggetti diversi dagli intermediari finanziari. Si tratta delle imprese che assumono in via esclusiva o prevalente partecipazioni in società che svolgono attività industriali, commerciali e di servizi diverse da quelle svolte dagli intermediari finanziari (c.d. holding industriali). E al fine di distinguere i casi di esercizio prevalente da quelli di esercizio non prevalente, il comma 3 dell’art. 162-bis prevede uno specifico test in forza del quale l’esercizio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU