X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 17 maggio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cessione del credito degli interventi «edilizi» con accordo scritto

L’Agenzia delle Entrate conferma la necessità di formalizzare le cessioni dei crediti derivanti dalle detrazioni fiscali in campo immobiliare

/ Stefano SPINA

Martedì, 9 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La risposta a interpello n. 901-956/2020 della Direzione regionale del Piemonte, in riferimento a una detrazione da “bonus facciate” su di un condominio minimo, offre interessanti spunti sugli adempimenti procedurali per la fruizione delle detrazioni fiscali in campo immobiliare.
Nello specifico un condominio “minimo”, composto da 5 unità immobiliari, delibera di eseguire un intervento rientrante nel “bonus facciate” di cui all’art. 1 commi da 219 a 223 della L. 160/2019.
In assenza dell’amministratore un condomino viene incaricato dagli altri a sottoscrivere i contratti con l’impresa appaltatrice e con i professionisti, nonché a rendersi intestatario delle relative fatture e a provvedere ai pagamenti tramite bonifico bancario “parlante”.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU