X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Deroghe alla disciplina del contratto a termine anche per la stagionalità contrattuale

L’INL conferma la validità delle ipotesi stagionali, fissate dal CCNL di settore e apre ai contratti a tempo indeterminato per le imprese turistiche

/ Mario PAGANO

Venerdì, 12 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nonostante per il 2020 i dati del Ministero del Lavoro abbiano fatto registrare un pesante tasso negativo di contratti a termine rispetto al 2019 di quasi 1,4 milioni di unità, il tempo determinato continua a essere al centro del dibattito dottrinale e di prassi nell’attuale contesto lavorativo. Dopo i chiarimenti, forniti dallo stesso Ministero con l’interpello n. 2/2021, circa l’operatività del regime emergenziale di rinnovi e proroghe, per il quale potrebbero esserci nuovi interventi legislativi, è la volta dell’Ispettorato nazionale del lavoro (INL). Con il parere n. 413/2021, l’INL approfondisce due aspetti di assoluto rilievo per le ricadute pratico-operative, che vanno a incidere sull’operatività delle aziende stagionali, le più colpite in assoluto

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU