X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 7 maggio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cram down nel concordato preventivo complicato da più interventi normativi

Controverso l’ambito di applicazione del «mancato voto» e della «mancata adesione»

/ Tommaso NIGRO

Sabato, 10 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito delle procedure concorsuali molto attuale è il tema del nuovo “cram down” per le implicazioni generatesi a seguito della non del tutto meditata disciplina introdotta dapprima con l’innesto del “correttivo” di cui al DLgs. 26 ottobre 2020 n. 147, e poi con l’intervento emergenziale recato dal DL 125/2020 conv. L. 159/2020.

Disposizioni che hanno dato origine a due interpretazioni tra di loro opposte, di cui una c.d. “restrittiva”, applicabile solo in caso di comportamento silente degli Enti, ed una c.d. “estensiva” ritenuta utilizzabile in ogni condizione di diniego, sia esso espresso o tacito.
Ipotesi quest’ultima che, in attesa di auspicati interventi, merita un sicuro endorsement.

Occorre a tal proposito partire ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU