X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Anche per il 2021 beni e servizi ai dipendenti non tassati fino a 516,46 euro

Nella conversione del DL Sostegni viene prorogato il raddoppio della soglia inizialmente previsto per il solo 2020

/ Pamela ALBERTI

Martedì, 25 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 6-quinquies del DL 41/2021 conv. L. 69/2021 proroga per tutto il 2021 l’incremento a 516,46 euro della soglia prevista dall’art. 51 comma 3 del TUIR per la non imponibilità delle erogazioni liberali in natura ai dipendenti, inizialmente previsto per il solo 2020.

Ai sensi dell’art. 51 comma 1 del TUIR, il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro. Nella prassi dell’Amministrazione finanziaria i beni e servizi forniti al dipendente diversi dalle somme in denaro vengono individuati con il termine fringe benefit.
Tanto premesso, l’ultimo periodo del comma 3 dell’art. 51 del TUIR ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU