X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Modifica del piano dell’accordo di ristrutturazione con limiti dubbi

Necessario un chiarimento legislativo sul perimetro di applicazione della nuova disciplina

/ Antonio NICOTRA e Marco PEZZETTA

Lunedì, 7 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DL 41/2021, c.d. DL “Sostegni”, conv. L. 69/2021, ha introdotto il nuovo ottavo comma dell’art. 182-bis del RD 267/1942 in materia di accordi di ristrutturazione dei debiti (ADR), prevedendo la modificabilità del piano in via “unilaterale” (si veda “Accordi di ristrutturazione omologati modificabili in via unilaterale” del 19 maggio 2021).

In particolare, qualora dopo l’omologazione si rendano necessarie modifiche sostanziali del piano, l’imprenditore apporta le rettifiche idonee ad assicurare l’esecuzione degli accordi, richiedendo al professionista il rinnovo della relazione. In tal caso, il piano modificato e la relazione sono pubblicati nel Registro delle imprese e della pubblicazione è dato avviso ai creditori a mezzo di lettera

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU