X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

FISCO

Nel quadro RF spese di rappresentanza in base alla tipologia

Quelle di vitto e alloggio sono oggetto di indicazione distinta

/ Luca FORNERO

Sabato, 31 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Così come per i lavoratori autonomi nel quadro RE, anche per le imprese nel quadro RF l’indicazione delle spese di rappresentanza sostenute nel periodo d’imposta di riferimento si presenta articolata.

Preliminarmente, occorre verificare se, tra tali oneri, siano presenti spese alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande. In questo caso, infatti, le spese di vitto e alloggio qualificabili come “spese di rappresentanza” devono essere:
- in via preliminare, assoggettate al limite di deducibilità del 75% (art. 109 comma 5 del TUIR);
- in secondo luogo, sommate alle altre spese di rappresentanza;
- infine, sottoposte ai limiti di deducibilità di cui all’art. 108 comma 2 del TUIR.

Ipotizzando che, nel 2020, i ricavi e gli altri proventi conseguiti da un’impresa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU