Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Costo ammortizzato e fattore temporale nella valutazione dei crediti e debiti fiscali

In sede di rilevazione iniziale di un credito, la società dovrà procedere a determinare in primo luogo il tasso di interesse effettivo

/ Alessandro SAVOIA

Giovedì, 19 agosto 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

I crediti e i debiti fiscali, alla stregua di tutti gli altri debiti e crediti presenti in bilancio, devono essere valutati con il criterio del costo ammortizzato e tenuto conto del fattore temporale in base alle disposizioni previste dall’art. 2426, comma 1, n. 8 c.c.
Tale indicazione trova conferma anche in alcuni documenti emanati dall’OIC nel corso del 2021.

Lo scorso gennaio lo standard setter nazionale si è occupato del corretto trattamento contabile per le imprese OIC adopter del cosiddetto “superbonus” e delle altre detrazioni maturate a fronte di interventi edilizi. Dopo una fase di consultazione pubblica, il documento è stato quindi pubblicato nella versione definitiva il 3 agosto.
Con riferimento a quelle specifiche fattispecie l’OIC è giunto a concludere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU