X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Cram down in senso «estensivo» e con l’obbligo di adesione entro 90 giorni

Incerta l’applicazione della nuova disciplina alle procedure pendenti

/ Antonio NICOTRA e Marco PEZZETTA

Sabato, 4 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DL 118/2021 ha impattato anche sulla disciplina del c.d. cram down (fiscale e previdenziale), recentemente introdotta dall’art. 3 comma 1-bis lett. a) del DL 125/2020 conv. L. 159/2020 attingendo alle novità del Codice della crisi.

Per effetto dell’intervento del 2020, l’omologazione forzata del concordato preventivo, a norma dell’art. 180 comma 4 del RD 267/42, era riconosciuta “anche in mancanza di voto” da parte dell’Amministrazione finanziaria o degli enti gestori di forme di previdenza o assistenza obbligatorie quando l’adesione era determinante ai fini del raggiungimento delle maggioranze di cui all’art. 177 del RD 267/42 e quando, anche sulla base delle risultanze della relazione del professionista di cui all’art. 161 comma

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU