X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il curatore dell’eredità giacente deve pagare le imposte nei limiti dei beni posseduti

Nel caso in cui l’eredità sia devoluta allo Stato, potrà chiedere il rimborso

/ Anita MAURO

Giovedì, 16 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

I curatori delle eredità giacenti sono tenuti:
- a presentare la dichiarazione di successione;
- nonché al pagamento dell’imposta di successione “nel limite del valore dei beni ereditari posseduti”.
Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello n. 587, pubblicata ieri.

L’istanza di interpello è stata presentata dal curatore di un’eredità giacente, comprensiva di immobili (sui quali gravano passività in corso di accertamento) e del modesto saldo di un conto corrente, insufficiente a pagare le imposte derivanti dalla presentazione della dichiarazione di successione.
Due chiamati all’eredità hanno già rinunciato all’eredità, mentre altri due stanno valutando il da farsi, ma il curatore precisa che i tempi per tale decisione potrebbero

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU