X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IMPRESA

Definite le forme di coinvolgimento di lavoratori e utenti nell’impresa sociale

Il rispetto delle misure è monitorato dall’organo di controllo

/ Paola RIVETTI e Vittorio TRAVERSA

Giovedì, 7 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, con il DM 7 settembre 2021 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dello scorso 4 ottobre), ha delineato i caratteri minimi di quel modello partecipativo nella gestione dell’ente disegnato dalla riforma del Terzo settore per le imprese sociali.

L’art. 11 del DLgs. 112/2017, infatti, prevede alcuni vincoli al coinvolgimento di lavoratori, utenti e altri soggetti interessati all’attività che devono essere contenuti nei regolamenti aziendali o negli statuti degli enti dotati della qualifica di impresa sociale (ad eccezione degli enti costituiti nella forma di società cooperativa a mutualità prevalente e di ente religioso civilmente riconosciuto).

Per coinvolgimento deve intendersi un meccanismo di consultazione o di partecipazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU