X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Non serve la domanda di assegno temporaneo se si ha diritto al RdC

L’integrazione è determinata sottraendo dall’importo teorico dell’assegno temporaneo la quota RdC minorenni

/ Giada GIANOLA

Giovedì, 28 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il messaggio n. 3669, pubblicato ieri, 27 ottobre 2021, l’INPS, facendo seguito alla circolare n. 93/2021, ha fornito ulteriori istruzioni in relazione alla integrazione del reddito di cittadinanza (RdC) in favore dei soggetti beneficiari dell’assegno temporaneo previsto dall’art. 1 comma 1 del DL 79/2021, conv. L. 112/2021.

La norma di riferimento è l’art. 4 comma 3 del citato DL 79/2021, la quale prevede la corresponsione d’ufficio da parte dell’INPS, in favore dei nuclei familiari percettori del reddito di cittadinanza, congiuntamente allo stesso e con le medesime modalità di erogazione, di una quota supplementare di beneficio economico riferita all’assegno temporaneo. Considerato che la corresponsione avviene d’ufficio, l’Istituto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU