Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

IL PUNTO / IAS

In base all’IFRS 15 corrispettivi variabili in derivazione rafforzata

Lettura restrittiva del Fisco della deroga ex art. 3 del DM 10 gennaio 2018, limitata alle sole vendite con diritto di reso

/ Valeria RUSSO

Lunedì, 10 gennaio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

I corrispettivi variabili determinati in base all’IFRS 15 sono riconosciuti in derivazione rafforzata ai fini IRES e per presa diretta dal bilancio ai fini IRAP anche se danno luogo alla rilevazione di una passività per rimborsi futuri. È il principio espresso dalla risposta ad interpello n. 891/2021, in cui l’Agenzia delle Entrate ha sposato una lettura restrittiva della “deroga” contenuta nell’art. 3 del DM 10 gennaio 2018, limitandola alle sole vendite con diritto di reso.

L’istante, soggetto IAS/IFRS adopter, contabilizza le commissioni percepite per l’attività di promozione e collocamento presso il pubblico di finanziamenti concessi da banche e intermediari finanziari abilitati come “corrispettivi variabili” in base all’IFRS 15, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU