Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

FISCO

L’omesso esame della sospensiva non porta alla nullità della sentenza

L’orientamento maggioritario non ritiene violato il diritto di difesa

/ Alice BOANO

Giovedì, 11 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il “processo cautelare” è un procedimento attraverso cui è possibile richiedere la sospensione dell’atto impositivo, di natura incidentale che si instaura all’interno del giudizio principale e può essere avviato sia mediante richiesta all’ente creditore, ex artt. 2-quater del DL 564/94 e 39 del DPR 602/73, sia presso il giudice tributario, ex art. 47 del DLgs. 546/92.
La domanda cautelare può essere proposta unitamente al ricorso o mediante atto separato in occasione del quale occorre dimostrare il periculum in mora e il fumus boni iuris.

La procedura prende avvio con la proposizione della domanda dinanzi al giudice del merito mediante inserimento nel ricorso ovvero con atto separato da notificare alle altre parti e da depositare in segreteria. Entro 180 giorni dalla ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU