Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Domanda per l’indennità una tantum di 200 euro in attesa di indicazioni

Uno dei dubbi più rilevanti riguarda il coordinamento tra l’art. 31 e l’art. 32 del DL 50/2022

/ Elisa TOMBARI

Martedì, 21 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’attesa di una circolare che fornisca maggiori dettagli riguardo l’indennità una tantum di 200 euro ex artt. 31 e 32 del DL 50/2022, sono molti i dubbi applicativi e che riguardano il coordinamento tra queste due norme. Il messaggio n. 2397/2022 recentemente pubblicato dall’INPS si è infatti limitato a fornire le istruzioni per il recupero, da parte dei datori di lavoro, dell’indennità ex art. 31.

Occorre ricordare che l’art. 31 istituisce l’indennità in esame per i lavoratori subordinati, mentre l’art. 32 ne detta la disciplina per le altre categorie di soggetti (ad esempio, pensionati, percettori di reddito di cittadinanza, co.co.co., ecc.) specificando, per ciascuna di esse, requisiti e modalità di erogazione.

Come si è già avuto modo di rilevare, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU