Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Estese a tutti gli enti del Terzo settore le agevolazioni fiscali transitorie

La disposizione evita disparità di trattamento tra ONLUS, ODV e APS e gli altri enti che si sono iscritti al RUNTS

/ Paola RIVETTI

Giovedì, 30 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Anche gli enti diversi da ONLUS, organizzazioni di volontariato (ODV) e associazioni di promozione sociale (APS) che si iscrivono al Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS) beneficiano delle disposizioni agevolative applicabili in via transitoria fino alla piena efficacia della disciplina fiscale del Codice del Terzo settore. La previsione è stata inserita nell’art. 104 comma 1 del DLgs. 117/2017 dall’art. 26 del DL 21 giugno 2022 n. 73 (c.d. DL “Semplificazioni fiscali”), da convertire in legge entro il 20 agosto prossimo.

In base al comma 1 del citato art. 104 del Codice del Terzo settore, si applicano in via transitoria – dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017 e fino al periodo di entrata in vigore del Titolo X del Codice ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU