Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

PROFESSIONI

Concorso nella dichiarazione fraudolenta per visto di conformità infedele

Con un visto mendace il professionista crea un mezzo fraudolento idoneo a ostacolare l’accertamento e a indurre in errore l’Amministrazione finanziaria

/ Maria Francesca ARTUSI

Martedì, 2 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La giurisprudenza ha già affermato più volte che è possibile prospettare una rilevanza penale nel caso in cui un professionista apponga un visto di conformità “infedele”. Tale responsabilità si somma a quella “amministrativa” prevista dall’art. 39 del DLgs. 241/1997 e può interessare la condotta del soggetto abilitato al rilascio del visto che attesti falsamente la corrispondenza dei dati esposti in dichiarazione.
Su questo tema torna la Corte di Cassazione con la sentenza n. 30329 depositata ieri.

Nel caso in esame, era stata contestata a una professionista la partecipazione a un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di reati tributari attraverso la creazione di apposite cooperative e per i reati-fine di dichiarazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU