Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

LAVORO & PREVIDENZA

Sanzioni per il datore di lavoro che non informa in tempo il lavoratore*

Ammenda per atti ritorsivi verso i lavoratori che chiedono il rispetto dei diritti previsti dal decreto Trasparenza

/ Mario PAGANO

Giovedì, 4 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DLgs. 104/2022, c.d. decreto “Trasparenza”, attuativo della direttiva Ue 2019/1152 relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea, ha sostanzialmente ridisegnato gli adempimenti di natura informativa ai quali i datori di lavoro e i committenti sono tenuti nei confronti dei lavoratori.
Le disposizioni, oltre a modificare la disciplina sotto gli aspetti contenutistici, sono intervenute sull’apparato sanzionatorio già esistente, sia in chiave modificativa, sia introducendo sanzioni a supporto dei nuovi obblighi.
In attesa di futuri chiarimenti da parte del Ministero del Lavoro e dell’Ispettorato nazionale del lavoro (INL) è comunque possibile formulare alcune osservazioni.

L’art. 4 del DLgs. 104/2022 ha riscritto i primi quattro ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU