Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 5 dicembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Somme restituite al netto della ritenuta solo in caso di rapporti «definiti»

Chiariti alcuni dubbi emersi in relazione alle modifiche introdotte con l’art. 150 del DL 34/2020

/ Caterina MONTELEONE e Massimo NEGRO

Martedì, 27 settembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risposta a interpello n. 470, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate, analizzando la disciplina relativa alla restituzione al sostituto d’imposta di somme indebitamente percepite e assoggettate a tassazione negli anni precedenti, ha risposto ad alcuni quesiti per chiarire quando il soggetto erogatore/sostituto d’imposta possa usufruire del credito d’imposta riconosciuto dall’art. 150 del DL 34/2020 e come debba essere determinato.

Al riguardo, l’art. 10 comma 1 lett. d-bis) del TUIR prevede che siano deducibili dal reddito le somme restituite al soggetto che le ha erogate se le medesime sono state assoggettate a tassazione, anche separata, in anni precedenti e presuppone che la restituzione degli importi al sostituto sia avvenuta al lordo delle ritenute

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU