ACCEDI
Mercoledì, 28 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Assolvimento dell’IVA in Dogana per gli acconti su beni in importazione

/ Mirco GAZZERA e Emanuele GRECO

Venerdì, 17 marzo 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

In base agli accordi commerciali, un fornitore extra Ue potrebbe chiedere il pagamento di un acconto prima di spedire la merce in Italia. In questo caso, l’importatore potrebbe interrogarsi in merito al momento di corretto assolvimento dell’IVA sulla somma pagata in acconto.

Si ritiene che, all’atto dell’importazione, l’IVA debba essere assolta dal compratore sull’intero prezzo dei beni, a prescindere dalla circostanza che parte del corrispettivo sia stato pagato in anticipo.
La fattura ricevuta dal fornitore estero sarà registrata in contabilità generale per giustificare la variazione finanziaria, ma non assumerà rilevanza ai fini IVA.

Ai sensi dell’art. 6 comma 4 del DPR 633/72, per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi è previsto che, in caso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU