ACCEDI
Sabato, 20 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Definizione per ricorsi contro atti della riscossione se è parte l’Agenzia delle Entrate

La legge pone come condizione lo status di parte delle Entrate

/ Michele IAVAGNILIO

Sabato, 10 dicembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il disegno di legge di bilancio 2023 è ricomparsa la definizione agevolata delle liti pendenti che riprende per lo più il disposto dell’art. 6 del DL 119/2018.

La differenza è data dalla circostanza per cui il detto testo è stato epurato dalla locuzione “atti impositivi”. Pertanto, allo stato, sono definibili tutte “Le controversie attribuite alla giurisdizione tributaria [anche in Cassazione] in cui è parte l’Agenzia delle entrate, pendenti in ogni stato e grado del giudizio”.

Certamente vi rientrano tutte le controversie in cui è impugnato un atto emesso dalla Agenzia delle Entrate, poiché nel giudizio che ne segue questa è parte sostanziale, sia essa costituita o meno. Allo stesso modo dovrebbe concludersi per le liti introitate avverso atti emessi dall’ ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU