Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 febbraio 2023 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cedolare secca al 10% per i contratti concordati in Comuni calamitati

L’aliquota ridotta trova applicazione anche per il contratto stipulato dal 2021

/ Anita MAURO

Giovedì, 26 gennaio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il contratto di locazione a canone concordato, stipulato nel 2021, in un Comune dichiarato calamitato prima del 2014, può accedere alla cedolare secca con l’aliquota del 10%.
Lo ricorda l’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello n. 160, pubblicata ieri. 

La cedolare secca, ovvero l’imposta sostitutiva del reddito fondiario derivante dalla locazione di immobili abitativi, che sostituisce l’IRPEF, le addizionali regionale e comunale all’IRPEF, nonché le imposte di registro e di bollo relative al contratto di locazione, disciplinata dall’art. 3 del DLgs. 23/2011, trova applicazione ordinariamente con l’aliquota del 21%.

Esiste, però, in particolari condizioni, la possibilità di applicare l’aliquota agevolata, pari al 10% (la misura dell’aliquota ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU