ACCEDI
Martedì, 27 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’intervento del litisconsorte in appello salva il processo

Se il coerede accetta il processo nello stato in cui si trova non c’è rimessione in primo grado

/ Rebecca AMATO

Martedì, 28 marzo 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ogniqualvolta si determina una ipotesi di litisconsorzio necessario (ex art. 14 del DLgs. 546/92) per l’esistenza di un rapporto unitario tra più parti, queste devono essere tutte partecipi nel processo e la loro assenza determina un vizio del processo stesso comportando la nullità della sentenza.

La recente ordinanza n. 6368 depositata il 2 marzo 2023 dalla Cassazione, però, pare aver introdotto un temperamento alla suddetta regola, in quanto ha ritenuto non violato il principio del contraddittorio in presenza di litisconsorti pretermessi nel giudizio di primo grado che solo in secondo grado vi hanno partecipato unendosi alle difese del litisconsorte ricorrente.

Nel caso di specie, a seguito della morte del contribuente dante causa, tra gli eredi si determinava il litisconsorzio processuale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU