ACCEDI
Martedì, 16 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Per il montaggio di arredi territorialità IVA a spettro variabile

/ Dario BONSANTO e Emanuele GRECO

Sabato, 20 maggio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La fornitura di un arredo, destinato a un edificio situato al di fuori del territorio nazionale, generalmente richiede anche il servizio di montaggio.

Qualora l’installazione costituisca un’operazione autonoma (e, dunque, non accessoria) rispetto alla cessione dell’arredo stesso, tuttavia, dovrà essere verificata la territorialità IVA della prestazione resa.

Se il prestatore del servizio di montaggio è un’impresa stabilita in Italia e il committente è un soggetto passivo, l’operazione potrebbe in linea teorica essere riconducibile:
- sia tra le prestazioni c.d. “generiche” B2B, per le quali si applica la regola ordinaria ex art. 7-ter comma 1 lett. a) del DPR 633/72, con rilevanza ai fini IVA nello Stato del committente;
- sia tra le prestazioni di servizi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU