ACCEDI
Sabato, 20 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

CILAS necessaria per il 110% nel 2023 e per le opzioni di cessione e sconto

Se tale comunicazione non costituisce titolo edilizio, la sua mancata presentazione non dovrebbe essere causa di decadenza dal superbonus

/ Cristoforo FLORIO

Sabato, 16 settembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 119 comma 13-ter del DL 34/2020 stabilisce che gli interventi ammessi al superbonus costituiscono opere di manutenzione straordinaria e sono realizzabili mediante “CILA-S”, anche se riguardano le parti strutturali degli edifici o i prospetti. Si tratta di una presunzione di legge, con cui il legislatore “battezza” come manutenzione straordinaria tutti gli interventi ammessi al superbonus, salvo un’eccezione di cui si dirà oltre.

La norma parla di interventi “realizzabili”, il che parrebbe far ritenere che essi possano essere eseguiti anche con altro titolo edilizio alternativo alla CILAS (ad esempio la SCIA). Tale formulazione troverebbe conferma nella ratio semplificatrice della norma, in quanto la CILAS non richiede l’attestazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU