ACCEDI
Martedì, 27 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Il contratto per persona da nominare opera tra le parti originarie con nomina tardiva

La Cassazione ha esaminato la nomina del nuovo contraente effettuata nel corso del giudizio per l’esecuzione del preliminare inadempiuto

/ Cecilia PASQUALE

Sabato, 11 novembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Quando è stipulato un preliminare di vendita di quote sociali per persona da nominare, con la previsione che la nomina del contraente (c.d. electio amici) debba avvenire entro la data fissata per la stipula del definitivo, affinché il terzo subentri nel contratto è necessario che la comunicazione della nomina alla controparte e la relativa accettazione avvengano, al più tardi, nella domanda di esecuzione in forma specifica ex art. 2932 c.c. Se la nomina è fatta in corso di causa, il contratto per persona da nominare è destinato a produrre effetti tra le parti originarie per tardività della nomina, ove tale tardività sia prontamente eccepita.
Questo è il principio di diritto espresso dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 31332, pubblicata ieri, che si è pronunciata su un contratto preliminare ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU