ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

FISCO

Donazione di quote non esente se il beneficiario ha già il controllo e lo rafforza

L’Agenzia delle Entrate ha fornito il chiarimento nella risposta a interpello n. 72/2024

/ Anita MAURO

Martedì, 19 marzo 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’esenzione dall’imposta sulle successioni e donazioni per i trasferimenti di quote in società di capitali non opera quando i beneficiari “rafforzano” la propria posizione, che era già di controllo anche prima della donazione o successione
Lo afferma l’Agenzia delle Entrate nella risposta n. 72, pubblicata ieri. 

L’art. 3 comma 4-ter del DLgs. 346/90 prevede un’esenzione dalle imposte sulle successioni o donazioni per il trasferimento gratuito, mortis causa o inter vivos, di aziende o partecipazioni a favore dei discendenti o del coniuge del disponente.
Il trasferimento di partecipazioni in società di capitali va esente a condizione che:
- consenta al donatario di acquisire o integrare il controllo della società ex art. 2359 comma 1 n. 1 c.c.;
- i beneficiari ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU